Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Occupano una casa cantoniera e una chiesa per assistere i migranti diretti in Francia: nei guai 17 attivisti

Le due strutture erano state trasformate in rifugi

 

L'accusa che è stata mossa loro è di aver occupato abusivamente una chiesa e una casa cantoniera e averle trasformate in due rifugi utilizzati per assistere i migranti diretti al confine con la Francia. Nel mirino della Procura della Repubblica 17 attivisti, di cui 14 italiani e 3 francesi, ai quali è stata notificata dai carabinieri una misura cautelare di divieto di dimora. 

Gli attivisti, secondo l'indagine condotta dai carabinieri tra il febbraio 2018 e il marzo 2020, avrebbero occupato abusivamente la chiesa della Visitazione di Maria Santissima di Claviere tra il 22 ed il 23 marzo 2018 e la casa cantoniera Anas di Oulx il 9 dicembre sempre del 2018. 

Tra i 17 attivisti figurano 12 donne. Una parte di questi farebbe parte del mondo anarchico ambientalista francese, il gruppo “Briser Les Frontieres”, mentre un'altra parte farebbe parte del mondo antagonista torinese e valsusino. Per tutti l'accusa è di aver trasformato le due strutture in rifugi utilizzati per iniziative di lotta e propaganda politica e per fornire assistenza ai migranti irregolari che volevano oltrepassare il confine attraverso il valico del Monginevro.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento