Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Annullato Open House: rifacciamoci gli occhi con il meglio delle passate edizioni, senza poter uscire di casa

L'edizione si sarebbe dovuta tenere il 13 e 14 giugno

 

Sono immagini di persone in coda o che riscoprono luoghi importanti di Torino che durante l'anno sono inaccessibili; sono le immagini dell'edizione 2019 di Open House. Evento che avrebbe dovuto tenersi anche nel 2020, ma che purtroppo non ci sarà. 

"L’idea di Open House si basa sullo stare insieme. Siamo consapevoli che non sarà questo l’anno. Di fronte al cambio di priorità che stiamo tutti vivendo, abbiamo scelto di cancellare l’edizione prevista per il 13-14 giugno 2020 e darvi appuntamento al 2021", ad annunciarlo gli stessi organizzatori della manifestazione.

Nel 2019, l'8 e il 9 giugno, erano stati aperti ai torinesi oltre 150 luoghi ed edifici, registrando un afflusso di 25.000 partecipanti e 60.000 visite. Numeri che dimostrano l'immensa voglia di socialità dei torinesi: "Lo facciamo ovviamente a malincuore, sapendo quanti – fra ospiti, volontari, visitatori, sponsor e partner – siano dispiaciuti come noi organizzatori. In queste ultime settimane abbiamo atteso per comprendere l'evoluzione della situazione, sperando ci fossero delle opportunità, magari in un altro periodo, per un evento a cui teniamo tantissimo, ma l’attenzione alla salute comune e la prudenza che ci accompagneranno nei prossimi mesi non possono che essere la priorità".

Una decisione, quella di sospendere le edizioni 2020, che non riguarda solo Torino, ma anche altre 47 edizioni in tutto il mondo: “Con questa situazione senza precedenti che stiamo affrontando in tutto il mondo, il movimento Open House continua a trovare il modo di avvicinare la tua città a te. Attendiamo con impazienza i giorni a venire quando le nostre città saranno di nuovo di tutti noi - per riunirci, discutere e goderci i piaceri di una città aperta”, dice Victoria Thornton, fondatrice di Open House. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento