Regina Margherita, nelle stanze utilizzate nei momenti delicati della degenza dei pazienti neuropsichiatrici

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

È stato inaugurato oggi il nuovo reparto di Neuropsichiatria infantile dell'ospedale Infantile Regina Margherita di Torino. Il reparto accoglie bambini ed adolescenti, fino al compimento del 18° anno di età. 

Le patologie che vengono trattate sono legate a dstrubi dell'umore e del comportamento associati ad alto rischio suicidario. In particolare adolescenti che hanno fatto tentativi di suicidio ed hanno persistente ideazione suicidaria, spesso accompagnata ad autolesionismo, come il tagliarsi o bruciarsi in varie parti del corpo. Un’altra frequente patologia è quella dei disturbi del comportamento alimentare, in particolare gravi forme di anoressia nervosa con grave deperimento fisico e rischio per la vita. Un alto tasso di ricovero riguarda anche i disturbi da comportamento dirompente, con aggressività. Il suicidio è ora la seconda causa di morte, dopo gli incidenti, per gli adolescenti nella fascia di età tra i 15 ed i 19 anni. 

A occuparsi della progettazione degli ambienti e stato l'architetto Luigi Valdemarin che ci ha descritto in cosa sono particolari le stanze di questo reparto, soprattutto le due camere di decompressione che vengono utilizzate nei momenti più delicati della degenza dei pazienti. 

Potrebbe Interessarti

  • Automobilisti bloccati dai ciclisti che urlano: “Non arrabbiatevi, aprite gli occhi”

  • Pioggia e grandine su mezza provincia, serata di allagamenti e disagi

  • Bus prende fuoco al capolinea, paura per i passeggeri

  • Torino Pride 2019, Luxuria: "Non è una carnevalata, chi lo dice offende migliaia di cittadini"

Torna su
TorinoToday è in caricamento