Torino, la vita di melma degli animali che vivono sul Po: nuotano, mangiano e covano tra la plastica

Ai Murazzi il puzzo di alghe marce è nauseante

È una vita di melma (nel vero senso della parola) quella che sono costretti a subire gli animali che vivono sul Po all'altezza dei Murazzi. Chi in questi giorni caldi e afosi si è avventurato fino in piazza Vittorio non avrà potuto fare a meno di osservare lo stato desolante in cui versa il fiume simbolo di Torino.

Le alghe hanno ricoperto buona parte della superficie ed emanano un tanfo che a tratti è anche nauseante. Non basta però tutto questo, perché a peggiorare la situazione sono i tanti rifiuti che gli incivili hanno buttato nell'acqua. Bottiglie di plastica e di vetro, lattine e buste che si incagliano nella melma e rimangono lì in bella vista di chiunque passi vicino a quello che dovrebbe essere uno dei salotti della città. 

È in questo contesto che sono costretti a vivere gli animali che orbitano intorno al fiume. Basta sostare un po' a guardare per rimanere sconvolti da quel che dobbiamo vedere. Animali che mangiano in mezzo ai rifiuti o che sono costretti a farsi largo tra le alghe. 

Un quadro che non è per nulla rassicurante e che non è un buon biglietto da visita per una città che ha disperatamente bisogno di rilanciarsi anche a livello turistico. Cosa avranno pensato i turisti che in questi giorni passando sul ponte che conduce alla Gran Madre hanno dovuto assistere a queste scene? Che hanno dovuto tapparsi il naso per non essere sopraffatti dal puzzo della melma? Possibile che Torino debba rassegnarsi ad avere un fiume in queste condizioni? 

Si parla di

Video popolari

Torino, la vita di melma degli animali che vivono sul Po: nuotano, mangiano e covano tra la plastica

TorinoToday è in caricamento