Torino, il centrosinistra potrebbe perdere altri pezzi: Movimento 5 Stelle a caccia dei partiti delusi dal PD

Valentina Sganga: "Puntiamo ad allargare la coalizione"

Non solo Europa Verde, il Movimento 5 Stelle di Valentina Sganga punta ad attrarre in coalizione altri partiti progressisti che sono all'interno del perimetro del centrosinistra. Se dunque Stefano Lo Russo punta agli elettori delusi dai grillini, i grillini invece puntano ai partiti delusi dal centrosinistra. 

È dalla politica che parte la rincorsa di Valentina Sganga ai suoi avversari. Sì, perché l'aspirante sindaca a 5 stelle lo dice in modo chiaro: la sua, se vincerà le elezioni, sarà un'amministrazione più politica rispetto a quella di Chiara Appendino. È qui la discontinuità del Movimento 5 Stelle che si appresta a concorrere alle amministrative, da quello che fino a oggi ha governato Torino. 

È la politica si comincia a fare dalle alleanze e così dopo Europa Verde che ha lasciato il centrosinistra sbattendo la porta, potrebbe iniziare il corteggiamento dei 5 Stelle ad altri partiti del centrosinistra: "Puntiamo ad allargare la coalizione guardando a forze certamente progressiste, probabilmente dell'asse del centrosinistra, sicuramente guardando all'idea di Giuseppe Conte", dice Valentina Sganga, "Noi a Torino non siamo riusciti a concretizzare con il PD, ma ci sono altre forze politiche che sono in quella coalizione che speriamo ci appoggino e di costruire con loro un percorso che guardi a una città più giusta". 

Quale lista però? La risposta al momento non è dato conoscerla, anche se è molto difficile che gli attuali partiti che sostengono Stefano Lo Russo possano convergere in una coalizione guidata da Valentina Sganga. Al di fuori della coalizione di centrosinistra tra i progressisti rimane solo Articolo Uno - una delle costole della sinistra italiana - che nei mesi scorsi alle Primarie torinesi del centrosinistra ha appoggiato, insieme a Europa Verde, Enzo Lavolta. Anche Italia Viva non ha ancora appoggiato alcun candidato, ma visti i trascorsi a livello nazionale un'alleanza con il Movimento 5 Stelle si può serenamente escludere.  

Per il momento però la priorità di Sganga e del Movimento 5 Stelle è recuperare il tempo perso: "Centrodestra e centrosinistra sono partiti con la campagna elettorale prima di noi e probabilmente per questo i sondaggi ci danno in svantaggio, ma sono certa che recupereremo. Abbiamo un candidato e risolto le questioni nazionali che ci hanno accompagnato. Il Movimento sta tornando più forte e più giusto di prima". 

Siamo dunque alla prova di maturità politica per i 5 Stelle torinesi: "Nel 2016 siamo entrati in consiglio comunale che eravano assoluti debuttanti", spiega Valentina Sganga, "Ci sono stati cinque anni per crescere. Vorrei premiare l'esperienza dei consiglieri della maggioranza. Immagino una Giunta che sia più politica rispetto a quella di Chiara Appendino". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Torino, il centrosinistra potrebbe perdere altri pezzi: Movimento 5 Stelle a caccia dei partiti delusi dal PD

TorinoToday è in caricamento