Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da "Ultimo tango a Parigi" ai film porno di Sylvester Stallone, i manifesti erotici in mostra

 

Si chiama Massimo Russo, è un collezionista d'arte e da qualche anno ha deciso di dedicarsi a una collezione del tutto particolare: manifesti erotici e pornografici di film realizzati tra gli anni '60 e gli anni '80. Si va dalla nascita dell'erotismo fino alla pornografia mainstream. I suoi manifesti saranno in mostra fino al 20 gennaio allo Spacenomore di via Bogine 9 a Torino. 

"Fino agli anni '70 i manifesti erano illustrati e gli italiani sono tra i migliori al mondo. Sono molto ammiccanti e sono molto provocatori. Oggi però a rivederli sono abbastanza innocenti. Quindici anni fa le prime locandine che ho visto. Subito non le ho acquistate per paura di passare per pervertito congli amici" - ci racconta Massimo Russo

"Raccontano un fenomeno di costume che non si può ignorare. La pornografia coinvolge l'80% degli uomini e il 20% delle donne, perché nasconderlo. È il caso di parlarne" - conclude Massimo Russo

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento