Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo sfogo dello scrittore dopo gli scontri all'Università: "Colpiti solo gli antifascisti"

Scontri a causa di un convegno sulle Foibe

 

Anche Moni Ovadia, noto attore e scrittore, ha voluto raccontare la sua versione sugli scontri avvenuti nel pomeriggio di ieri - giovedì 13 febbraio - al Campus Einaudi di Torino tra studenti del FUAN e studenti del Collettivo autonomo universitario. A dividere i manifestanti ci hanno pensato gli uomini della Polizia in tenuta antisommossa. 

Ovadia, che era uno dei relatori del convegno sulle Foibe nel mirino degli studenti del FUAN, parla di "gazzarra davanti all'Università" da parte degli studenti del FUAN e poi dice: "Sono stati contrastati da ragazzi dei centri sociali, cioè da antifascisti. Come sempre quelli colpiti sono gli antifascisti. Questa cosa deve finire una volta per tutte". 

"Qualsiasi apologia, ricostituzione, manifestazione di fascismo è proibita dalla nostra Costituzione ed è illegale nel nostro Paese. Questa cosa si faccia capire una volta per tutte", ha detto concluso lo scrittore. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento