"Portami delle bottiglie di vino, ma di quello buono", ma a casa arrivava la cocaina: 3 arrestati

Fornivano 4 aree di spaccio

"Portami delle bottiglie di vino, ma di quello buono", ma al posto del vino però a casa arrivava la cocaina. È questa la scoperta che hanno fatto i carabinieri della compagnia di Moncalieri dopo oltre due anni di indagini. Tre indagati sono stati posti agli arresti domiciliari con l'accusa di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I tre addirittura portavano la droga a domicilio per essere più concorrenti sul mercato dello spaccio. 

Le indagini, avviate nel gennaio del 2018, hanno permesso ai militari di individuare diverse piazze di spaccio nei comuni di Nichelino, Trofarello, Moncalieri e Torino. La droga veniva consegnata da uno degli arrestati direttamente a casa dei consumatori dopo aver ricevuto le loro ordinazione telefoniche.

Nel corso delle indagini sono già stati arrestati 2 arrestati e altri 2 sono stati denunciati. Inoltre sono state sequestrate oltre 200 dosi di cocaina. I carabinieri hanno anche ritrovato il libro mastro della contabilità del gruppo su cui sono annotati nomi, date e cifre della loro attività di spaccio. Sono circa 80 i clienti gestiti dai tre spacciatori italiani. 

Si parla di

Video popolari

"Portami delle bottiglie di vino, ma di quello buono", ma a casa arrivava la cocaina: 3 arrestati

TorinoToday è in caricamento