Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Migrante morta dopo il parto, il figlio può lasciare l'ospedale e il padre cerca lavoro

 

Presto il piccolo Israel potrà lasciare l'ospedale Sant'Anna di Torino. La storia di Destiny e Israel ancora non ha il lieto fine, ma finalmente vede un barlume di luce. Il piccolo è nato il 15 marzo, stesso giorno in cui sua madre ha perso la vita. La donna, Beauty, quando era al settimo mese di gravidanza era stata respinta dalla gendarmeria quando aveva cercato insieme al marito, Destiny, di oltrepassare a Bardonecchia il confine francese. 

Il marito, Destiny, oggi ha voluto ringraziare i medici del Sant'Anna, la città di Torino, la diocesi e la Questura di Torino. Per l'uomo e il figlio finisce dunque il calvario dell'sopedale e inizia il periodo dell'inclusione nel tessuto sociale torinese. Prima tappa la ricerca di un lavoro e di un'abitazione. Destiny in Nigeria aveva cominciato a studiare ingegneria meccanica e la sua speranza è di trovare un'occupazione nel settore. 

Nel video interviste a Destiny, il padre di Israel, e al dottor Enrico Bertino dell'Ospedale Sant'Anna di Torino

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento