rotate-mobile

VIDEO | Viaggio dentro il cantiere della Metro di Collegno. L'appello: "Deve arrivare fino a Rivoli"

Alberto Cirio e Stefano Lo Russo hanno già avanzato la richiesta al ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini. Servono 250 milioni di euro

I sindaci della cintura ovest di Torino vogliono il prolungamento della metropolitana fino a Rivoli centro. Per poter realizzare questo progetto servono circa 250 milioni di euro che Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, e Stefano Lo Russo, sindaco di Torino, avrebbero già chiesto al ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini. 

"Chiediamo il prolungamento della metropolitana da Cascine Vica a Rivoli centro", spiega Francesco Casciano, il sindaco di Collegno, che in qualche modo si è fatto portavoce della volontà delle amministrazioni comunali della zona ovest del torinese, "Siamo un territorio compatto e coeso. Tutti insieme chiediamo questo prolungamento che va a beneficio della zona ovest, con Torino e della zona sud. Una Città Metropolitana che deve guardare al futuro nel nome della sostenibilità". 

Serviranno oltre 250 milioni di euro per prolungare la metro: "Noi pensiamo che con la rappresentazione della necessità di questo prolungamento si possa far comprendere al Governo che le opere strategiche come la metropolitana servono a tutto il Paese e non solo ai territori dove vengono costruite". A collegno intanto i lavori della metro vanno avanti e dovrebbe essere terminata a dicembre 2024 per entrare in esercizio nei primi sei mesi del 2025. Si tratta di quattro nuove fermate che permetteranno l'interconnessione con altri mezzi di trasporto come bus, ferrovia e anche automobili. 

La missione metropolitana a Rivoli nei fatti dunque è già iniziata un mese fa con l'incontro tra Cirio, Lo Russo e Matteo Salvini: "Oggi è stato depositato dalla Città di Torino lo studio di fattibilità tecnica che vuol dire che si può fare e quanto costa, e questo è il punto di partenza per chiedere i soldi a Roma", ha spiegato Cirio, "si tratta di circa 250 milioni di euro. Siamo fiduciosi perché come Pnrr ci sono tante risorse che faticheranno a essere spese e aver già realizzato e depositato lo studio rappresenta un punto a vantaggio di Torino e del Piemonte". 

Video popolari

TorinoToday è in caricamento