Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sequestrate 10.000 mascherine importante da un commerciante di fiori: la certificazione era falsa

La Finanza ha denunciato tre persone per frode in commercio

 

Sequestrate oltre 10.000 mascherine. Erano state certificate illegalmente da una società cinese non autorizzata. Tre persone sono state denunciate per frode in commercio. 

Le indagini della Guardia di Finanza di Torino partono dalla Val di Susa dove alcuni giorni fa sono stati sequestrati alcuni articoli sanitari a un’impresa operante sul territorio. Da qui partono gli approfondimenti dei finanzieri che portano fino in Cina. 

Le mascherine sono state infatti certificate da una società cinese non autorizzata ad apporre i necessari sigilli di garanzia e addirittura inserita, assieme ad altre società, in una sorta di black-list che la bandiva dall’effettuare tali importanti procedure di garanzia.

Le mascherine sono state importate in Piemonte da un importatore, sempre di origine cinese. L'uomo, che solitamente non commerciava articoli sanitari, gestiva numerosi punti vendita a Torino, Rivoli (TO) e Settimo (TO) vendendo articoli floreali, piante e serre. Inoltre era anche il gestore di un Bar tabacchi. Tutta la documentazione rinvenuta è ora al vaglio dei Finanzieri di Bardonecchia.  

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento