Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Liberazione, manifesti con Mussolini a testa in giù e il centrodestra diserta la fiaccolata

 

Tutti presenti, tranne i rappresentanti del centrodestra piemontese. Alla tradizionale fiaccolata torinese - che si è tenuta ieri sera 24 aprile - per la celebrazione della Festa della Liberazione erano presenti i rappresentanti di tutte le Istituzioni tranne gli esponenti del centrodestra. Una presa di poszione che arriva al culmine di una settimana ricca di polemiche e durante la quale il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, aveva annunciato la sua intenzione di non celebrare il 25 aprile. 

25 Aprile, Appendino: "Non partecipare alle cerimonie è uno sgarbo istituzionale"

Nelle ultime ore Chiara Appendino ha ribadito più volte il suo pensiero sull’assenza di esponenti del centrodestra alla celebrazioni: "Ritengo che ognuno è responsabile delle proprie azioni e un amministratore di qualsiasi livello e colore politico ha il dovere di rappresentare le istituzioni partecipando alle cerimonie per l'Anniversario della Liberazione. Mi riferisco ai ministri, credo sia uno sgarbo istituzionale non partecipare ai festeggiamenti. La responsabilità che abbiamo noi che rappresentiamo le istituzioni sta proprio nel ricordare e nel non perdere quei pezzi di memoria per far sì che quegli errori non si ripetano più”.

Intanto nella notte sono apparsi i nuovi manifesti di Andrea Villa, l'artista che tutti conoscono come il Banksy torinese. Finti manifesti pubblicitari che sono stati piazzati al Rondò della Forca, in via XX Settembre e in via Corte d'Appello. Questa volta il messaggio di Villa non poteva essere più esplicito. Nei manifesti è ritratto Mussolini in divisa e a testa in giù. Sotto la fotografia una semplice didascalia: "Non fare il salame - Rifiuta il fascismo".

Alla fiaccolata hanno partecipato circa duemila persone che hanno sfilato da piazza Arbarello fino a Piazza Castello. La manifestazione si è svolta in totale tranquillità e senza alcuna tensione. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento