Maria Elena Boschi a Torino per la TAV: "Governo ascolti chi vuole lavorare e non il Reddito di Cittadinanza"

 

Se il 10 novembre scorso piazza Castello fu inondata da una vera e propria onda arancione, lo stesso non si può dire di quel che è successo oggi. All'epoca scesero in piazza 40.000 persone; oggi secondo la questura in piazza c'erano 12.000 persone, circa un quarto di quelle che parteciparono alla prima manifestazione. 

Una piazza però che è completamente differente e che rappresenta soprattutto il mondo del lavoro. Il lungo corteo che è partito questa mattina - sabato 6 aprile - alle ore 10.00 da piazza Vittorio era composto da sindacati, associzioni di lavoratori, impreditori e mondo della politica. 

Non è passata indifferente la presenza al corteo di Maria Elena Boschi, deputata del Partito Democratico, che ha ribadito la necessità di realizzare l'opera soprattutto per creare opportunità di lavoro: "Queste sono opere che offrono opportunità di crescita e di lavoro in un momento in cui il Paese è in recessione per colpa del Governo Lega e Movimento 5 Stelle che sa solo dire di no. Noi dalla Lega ci aspettiamo un segnale, non basta scendere in piazza, devono assumere decisioni. Non si nascondano dietro l'alibi del Movimento 5 Stelle. Ascoltino la richiesta di chi vuole lavorare e non vuole in Reddito di Cittadinanza". 

Potrebbe Interessarti

  • Coppia fa sesso davanti all'ospedale Oftalmico, in pieno centro città: video

  • Cuoco uccide il giardiniere a coltellate: gli istanti dopo l'omicidio

  • Risse, strattoni e urla in mezzo alla strada: i tossici mettono in subbuglio il lungo fiume

  • La ladra che non ti aspetti al varco dell'aeroporto: imprenditrice ruba orologio e braccialetto

Torna su
TorinoToday è in caricamento