rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022

Carabiniere accoltellato nella rapina a Torino Rebaudengo, presidio di solidarietà ed encomio

I due giovani criminali restano in carcere

Numerosi attivisti di Fratelli d'Italia si sono radunati nella serata di ieri, venerdì 3 dicembre 2021, davanti alla farmacia Comunale 12 dove è avvenuta la rapina (qui il video) in cui è rimasto ferito in modo grave il carabiniere Maurizio Sabbatino (i cui autori si sono successivamente costituiti), per testimoniare la loro solidarietà nei confronti del militare e delle forze dell'ordine e per chiedere più sicurezza nella zona. "Solidarietà vuol dire anche sicurezza - ha detto la deputata Augusta Montaruli -, vogliamo presidio fisso delle forze dell’ordine". "Non può succedere - ha aggiunto il segretario regionale Fabrizio Comba - una cosa del genere in una città in cui troppo spesso si è abbandonati a se stessi".

Encomio solenne per Maurizio Sabbatino

Il comandante generale dei carabinieri, generale Teo Luzi, ha conferito al brigadiere Sabbatino un encomio solenne per il "chiaro esempio di elette virtù militari e altissimo senso del dovere", sottolineando che ha "agito con esemplare iniziativa e eccezionale coraggio". L'uomo resta ricoverato all'ospedale Giovanni Bosco in condizioni gravi. È stato sottoposto a due interventi chirurgici e non è più in pericolo di vita.

I due giovani criminali restano in carcere

Restano in carcere i due giovani criminali, di 16 e 18 anni, che si sono costituiti per la rapina. Lo hanno deciso i due giudici chiamati a decidere sulle convalide dei due fermi (diversi in quanto si tratta di un minorenne e di un maggiorenne). Sono entrambi accusati di tentato omicidio e rapina aggravata. Prima d'ora avevano commesso reati, ma mai così gravi, che potrebbero costare loro diversi anni di carcere.

Video popolari

Carabiniere accoltellato nella rapina a Torino Rebaudengo, presidio di solidarietà ed encomio

TorinoToday è in caricamento