Scoperte due discariche abusive nel Torinese: contenevano anche rifiuti pericolosi

In due distinte operazioni

Scoperte dagli uomini della guardia di finanza di Torino a metà giugno 2021 due discariche abusive a cielo aperto. In totale denunciate quattro persone per il reato di attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

La prima operazione è stata portata a termine a Settimo Torinese dove i baschi verdi si sono concentrati su un'area di oltre 50 mila metri quadrati a ridosso della bretella autostradale Torino-Milano. Per individuare l'abuso i militari si sono avvalsi anche della collaborazione della sezione aerea della guardia di finanza di Varese. 

Gli accertamenti hanno consentito di appurare che il proprietario dell'area, nonostante avesse l’autorizzazione a detenere rifiuti per un peso non superiore a 40mila tonnellate, avesse stoccato rifiuti per oltre 260milatonnellate. La perquisizione dell'area ha permesso ai finanzieri di scoprire cumuli di macerie alti sino a 20 metri, oltre a rifiuti classificabili come pericolosi in quanto contenenti amianto.

A Leini invece i militari della compagnia di Chivasso hanno sequestrato un deposito incontrollato di rifiuti pericolosi posto all’interno di una estesa area boschiva. Tra la fitta vegetazione erano state nascoste 70 tonnellate di materiale di scarto tra lastre di cemento armato, contenitori di plastica, pneumatici, motori meccanici di grandi dimensioni, bidoni utilizzati per lo stoccaggio di olio, serbatoi vuoti di gpl. Il terreno è di proprietà di un’azienda agricola. Sequestrati anche circa 15 quintali di rottami ferrosi accumulati negli anni dall’azienda stessa. 

Si parla di

Video popolari

Scoperte due discariche abusive nel Torinese: contenevano anche rifiuti pericolosi

TorinoToday è in caricamento