rotate-mobile

La Superlega non scalda il cuore dei tifosi juventini: "No al calcio moderno. È un modo solo per fare business"

L'opinione dei tifosi in giro per Torino

La Superlega non scalda il cuore dei tifosi juventini. Anche chi si dice a favore del nuovo campionato di calcio europeo che dovrebbe sostituire la Champions League, lo fa pensando all'aspetto economico della competizione e non a quello sportivo. 

La maggior parte dei tifosi che abbiamo intervistato però non è a favore della rivoluzione immaginata dai grandi club europei: "Da juventino sono contrario, anche se la Juventus è tra le fondatrici credo che questo sia solo un modo per arricchire ancora di più le grandi società". Parere condiviso dai più. 

Senza contare la penalizzazione che subirebbero le piccole squadre e la ripetitività dell'evento sportivo che secondo alcuni porterebbe a fare perdere fascino agli scontri tra grandi club. "Per le big non cambia molto cambia per le piccole che non hanno possibilità di accedervi". 

"Mi sembra una presa di posizione dei più grandi, a discapito degli altri", continuano gli intervistati. "Lo sport negli anni è diventato business. No al calcio moderno, ma a quello che ci ha sempre fatto divertire. Sono juventino, ma da tifoso dico no". 

Video popolari

La Superlega non scalda il cuore dei tifosi juventini: "No al calcio moderno. È un modo solo per fare business"

TorinoToday è in caricamento