rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021

Raid incendiario al ristorante-pizzeria scatenato da un uomo conteso, tre denunciati

Non era stato un corto circuito

Non si trattava di un corto circuito, ma di un vero e proprio raid incendiario. All'origine del rogo che il 10 dicembre del 2018 devastò il ristorante-pizzeria Fratelli Milù di Rivoli non vi è stato un semplice incidente, ma un'azione coordinata

Ad accertarlo sono stati i carabinieri della stazione e della compagnia di Rivoli che, grazie a un'indagine lunga e minuziosa, hanno individuato e denunciato a piede libero quelli che sono ritenuti i tre responsabili. Si tratta di una moldava 32enne, mandante, e di due romeni di 25 e 36 anni, esecutori. 

Per arrivare ai tre i carabinieri hanno acquisito e visionato numerosi filmati delle telecamere di videosorveglianza ed è proprio grazie a queste che hanno potuto vedere i tre all'azione.

A scatenare il raid incendiario che ha portato alla distruzione del déhors esterno del locale e di parte dell'interno della struttura ci sarebbero stati alcuni "dissapori" di carattere privato tra la mandante e i titolari dell’attività. Cosa che sarebbe stata confermata durante le indagini da diverse testimonianze. In particolare vi sarebbero state tensioni di tipo passionale, provocate da un uomo conteso, tra la moldava e una dei donna, che la prima ha voluto fare pagare alla seconda devastandole il locale.

L'accusa per i tre è di danneggiamento seguito da incendio.

Video popolari

Raid incendiario al ristorante-pizzeria scatenato da un uomo conteso, tre denunciati

TorinoToday è in caricamento