rotate-mobile

Minori, igiene e inserimento scolastico: entro la settimana le regole per accogliere i profughi ucraini

Sarà stilato da Comune di Torino, ASL e Protezione Civile

Entro la fine di questa settimana sarà stilato un protocollo per definire il percorso di accoglienza dei profughi ucraini in Piemonte. Nello specifico si porrà l'attenzione sull'accoglienza familiare. Tre saranno gli ambiti di azione: verifica degli spazi di accoglienza, minori e inserimento scolastico. 

"Con la Regione Piemonte non c'è alcuna tensione, ma una discussione in corso perché vogliamo fare le cose per bene", spiega il sindaco Lo Russo dopo che nelle ultime ore erano state ipotizzate tensioni tra Comune e Regione sul tema accoglienza, "Ci sono direttive nazionali che vedono una gestione dei profughi in capo alle regioni. Abbiamo un'interlocuzione in corso per cercare di fare in modo che l'accoglienza sia all'altezza e che vada nell'ottica di rispondere ai bisogni delle persone che arriveranno nel nostro territorio scappando dalla guerra". 

Per farlo verrà stipulato un protocollo congiunto: "Entro la settimana sigleremo con Cirio un protocollo congiunto per affrontare i nodi operativi di questa grandissima operazione umanitaria che stiamo mettendo in corso", ha spiegato Lo Russo che poi ha precisato quali saranno i campi d'intervento, "Stiamo parlando dell'accoglienza in famiglia. Occorre verificare che gli spazi siano adeguati, la situazione igienico sanitaria, che in caso di presenza di minori la situazione ambientale sia adatta e occorre studiare un sistema di inserimento dei minori nel sistema scolastico. Questo è un tema che va affrontato insieme perché dobbiamo essere uno dei Paesi in Europa che dimostra qualità nell'accoglienza".

"L'accoglienza e l'ospitalità che la Regione sta mettendo in campo è stata portata d'esempio dal Governo italiano perché abbiamo fatto di più non solo accogliendo, ma andando a prendere le persone malate che non potevano venire da sole", commenta Cirio che poi aggiunge, "Vogliamo fare il meglio e garantire che chi accoglie lo faccia in sicurezza. Abbiamo definito un meccanismo di lavoro che formalizzeremo con il sindaco Lo Russo. Sarà a tre teste: Comune, azienda sanitaria e protezione civile per dare il miglior supporto alle famiglie che vogliono accogliere". 

Video popolari

Minori, igiene e inserimento scolastico: entro la settimana le regole per accogliere i profughi ucraini

TorinoToday è in caricamento