rotate-mobile

Regione Piemonte, lunedì Cirio si trasferisce nel grattacielo di via Nizza: "Do il buon esempio"

Nell'attuale sede di piazza Castello arriverà un interlocutore istituzionale che pagherà l'affitto alla Regione Piemonte

Gli scatoloni ci sono e l'ufficio di Alberto Cirio che è al primo piano della sede regionale di Piazza Castello è già vuoto. Tutto è dunque pronto per il trasferimento del presidente della Regione Piemonte nel nuovo grattacielo di via Nizza che avverrà la prossima settimana. 

"Ci trasferiamo la prossima settimana nel grattacielo perché abbiamo garantito un percorso che ci porterà entro la prossima estate a trasferire tutta la Regione", spiega Cirio, "Non dimentichiamo che il trasferimento degli uffici regionali è condizione essenziale perché quello sia un buon progetto". 

Un progetto spiega Cirio che porterà risparmi alle casse del governo piemontese: "Quello è un buon progetto perché ci permette di risparmiare i soldi dei cittadini, di rendere meno costosa e più efficace la gestione della macchina. Questo funziona se ti sposti. Io do il buon esempio. Se salite nel mio ufficio è vuoto e va bene che sia così perché la prossima settimana mi trasferirò. Tutte le attività di staff e personali saranno nel grattacielo, terrò le riunioni più numerose qui in piazza Castello per una funzionalità con gli uffici, ma do l'avvio a questo percorso". 

Quale sarà il futuro di piazza Castello? "Questo palazzo ha già un paio di destinazioni e percorsi reali che ci fa dire che non lo venderemo, cosa che ho detto dal primo giorno", poi Cirio spiega che verosimilmente in piazza Castello arriveranno gli uffici di un interlocutore istituzionale che porterà con sè anche un bel po' di dipendenti. Questo a tranquillizzare le attività commerciali del centro che entro un anno vedranno andare via circa 2.000 persone. 

Video popolari

TorinoToday è in caricamento