Arrestato giardiniere spacciatore, produceva marijuana "a chilometro zero"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

A tradirlo prima di tutto è stato il suo ego. Era talmente orgoglio di quanto fosse di elevata qualità la marijuana da lui prodotta e del fatto che fosse prodotta a chilometri zero, che ne parlava a destra e manca. Talmente tanto da far giungere la voce alle orecchie addirittura dei carabinieri della stazione di Giaveno che non ci hanno pensato un attimo e sono andati a verificare di persona. 

Quando gli agenti sono arrivati a casa dell'uomo - un giardiniere 31enne di Valgioie - hanno trovato all'interno addirittura una serra con impianto di aerazione e irrigazione. Una vera e propria piantagione di marijuana. 

A finire in manette è stato un giardiniere 31enne di Valgioie con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio. Oltre alla serra, in casa dell'uomo sono stati trovati anche 530 grammi di marijuana già essicata, 72 piante di marijuana di varia altezza e  3 bilancini di precisione. 

Potrebbe Interessarti

  • Bomba di grandine sulla città: strade allagate e rami caduti in centro

  • Automobilisti bloccati dai ciclisti che urlano: “Non arrabbiatevi, aprite gli occhi”

  • Pioggia e grandine su mezza provincia, serata di allagamenti e disagi

  • I droni non scaldano piazza Vittorio: lo spettacolo inizia in ritardo e 10.000 spettatori meno del previsto

Torna su
TorinoToday è in caricamento