rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022

Presa la banda del palanchino, sradicavano parchimetri e rubavano automobili: bottino da 300mila euro

Quattro arrestati e altri 11 indagati

Utilizzavano il palanchino per sradicare i parcometri dai loro alloggiamenti e rubarne il denaro. Beccata la "banda del palanchino", era composta da quattro uomini tutti di nazionalità italiana e di etnia sinti. A questi vengono contestati 23 episodi tra il settembre e il dicembre del 2018. Responsabili anche di furti di auto, in abitazioni e in negozi. Nell'inchiesta sono indagate a piede libero altre 11 persone, anche in questo caso tutti sinti. Sono tutti residenti nella zona di Nole, Villanova Canavese, Cirié, San Maurizio Canavese e San Francesco al Campo, tranne uno che abita a Castiglione Torinese.

Una volta sradicato il parcometro lo caricavano su una vettura che avevano precedentemente rubato e andavano ad aprire la cassa in un luogo sicuro. A individuare i responsabili dei furti sono stati i carabinieri compagnia di Venaria Reale. Tre dei quattro responsabili sono stati condotti in carcere, mentre il quarto è agli arresti domiciliari. 

Sono ritenuti responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazioni nonché furti, ricettazione e riciclaggio di autovetture, trattori e altri veicoli, furti in esercizi commerciali (in un negozio di abbigliamento di Collegno hanno portato via 800 capi d'abbigliamento per un valore di 70mila euro) e di casse automatiche per il pagamento dei parcheggi Gtt di Torino, di Rivoli e della Reggia di Venaria. Il valore stimato della refurtiva sottratta dalla banda si aggira intorno ai 300mila euro. 

Nel corso delle indagini, i carabinieri hanno recuperato sei auto rubate, di cui 4 Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde del valore di circa euro 120mila euro, restituite ai proprietari.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Presa la banda del palanchino, sradicavano parchimetri e rubavano automobili: bottino da 300mila euro

TorinoToday è in caricamento