rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022

Svaligiavano appartamenti e fotografavano le vittime: 79 colpi in nove mesi, quattro arresti

In nove mesi avrebbero messo a segno ben 79 colpi. Prima saccheggiavano l'appartamento e poi, un attimo prima di andare via, scattavano una fotografia ricordo alle vittime che stavano dormendo. Sgominata dai carabinieri della compagnia di Pinerolo una banda di topi d'appartamento che da marzo a novembre 2018 ha messo paura in numerosi comuni: Bricherasio, San Germano Chisone, Luserna San Giovanni, Lusernetta, Perosa Argentina, Pinasca, Cuorgné, Colleretto Castelnuovo, Villar Perosa, Pont Canavese, Sparone e Susa, e molti altri nelle province di Cuneo e Asti. 

Le abitazioni che saccheggiavano dovevano essere isolate e per sottrarsi ai controlli di polizia percorrevano sentieri del bosco dopo aver lasciato le autovetture intestate a prestanomi a chilometri di distanza. Nulla li fermava, neppure la presenza dei legittimi proprietari, anzi, una volta finito il lavoro come trofeo e ricordo della serata del furto fotografavano le vittime a letto che dormivano.

In manette sono finite quattro persone - tre albanesi e un italiano - e altre due sono state fermate. Per queste ultime l'accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione, di autovetture e ricettazione. Nel corso delle indagini sono state recuperate e restituite ai legittimi proprietari 10 automobili e pistole utilizzate dalla banda durante i colpi. 

Video popolari

Svaligiavano appartamenti e fotografavano le vittime: 79 colpi in nove mesi, quattro arresti

TorinoToday è in caricamento