Agricoltura, ecco il furgone anti-caporalato: obiettivo raggiungere 40.000 lavoratori

Iniziativa della Flai-Cgil

Sono circa 40.000 i lavoratori agricoli impiegati nel settore in Piemonte ed è a loro che è rivolto il progetto Di.Agr.A.M.M.I. Nord. promosso dalla FLAI CGIL. Si tratta di un progetto inserito negli interventi europei FAMI (Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione) contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura.

Un vero e proprio sindacato di strada su quattro ruote. Il sindacato infatti a bordo di un furgone girerà il Piemonte per sensibilizzare i lavoratori agricoli su quelli che sono i loro diritti e contro lo sfruttamento. Il furgone, uno degli otto acquistati con i Fondi FAMI e messi a disposizione dalla Flai Cgil Nazionale, andrà direttamente nei luoghi di lavoro, nelle Langhe, a Canelli, nell’alessandrino, negli allevamenti piemontesi: supportato da una struttura organizzata si occuperà di emersione del lavoro nero, di tutela legale, di accoglienza, di informazione e formazione con la prospettiva della buona occupazione.

"Fare solo emersione non bastava perché molti lavoratori che denunciavano si trovavano senza lavoro e senza un'abitazione. Vogliamo fare un sistema che vada oltre la denuncia, ma che assista il lavoratore in modo totale", spiega Denis Vayr della FLAI CGIL, "Daremo loro accoglienza e formazione".

Si parla di

Video popolari

Agricoltura, ecco il furgone anti-caporalato: obiettivo raggiungere 40.000 lavoratori

TorinoToday è in caricamento