Martedì, 16 Luglio 2024

Torta salata e candeline per il compleanno del disastroso cantiere del grattacielo della Regione | VIDEO

"Uno dei peggiori esempi di opere incompiute d'Italia"

"Il 30 novembre del 2011 Roberto Cota, in quel momento presidente della Regione Piemonte, venne qui per iniziare i lavori del grattacielo dando appuntamento ai presenti all'inaugurazione prevista per la primavera del 2015. Dopo dieci anni siamo ancora qui", a dirlo è Giulio Manfredi, dei Radicali Italiani, che negli anni ha seguito da vicino il caso. Alle sue spalle c'è una torta, salata come il prezzo che hanno dovuto pagare i torinesi. Sulla torta dieci candeline. 

È così che i Radicali Italiani hanno voluto festeggiare il compleanno di un disastro, quello del grattacielo della Regione Piemonte. "Questo è uno dei peggiori esempi di opere incompiute d'Italia. Noi prendiamo sempre a esempio il meridio, ma questo in realtà è uno dei peggiori esempi nel nostro Paese", spiega Igor Boni, il presidente dei Radicali Italiani. 

"Sono soldi dei cittadini sia diretti, quelli che vengono spesi per i lavori, sia indiretti, perché la Regione ha dismesso moltissimi affitti e i lavoratori della Regione lavorano ammassati perché non ha i locali dove stare. È qualcosa di inammissibile", continua Boni, "Noi oggi festeggiamo con una torta salata come il conto pagato dai cittadini". Nei mesi scorsi sul tema si è pronunciato anche Alberto Cirio, il presidente della Regione Piemonte che ha promesso l'apertura del grattacielo entro la fine del 2022. 

Video popolari

TorinoToday è in caricamento