Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FCA firma l'accordo con i francesi di PSA: le reazioni di Appendino e Cirio alla fusione

I due hanno sentito i vertici di FCA

 

Ufficializzata la fusione tra FCA e PSA per la creazione di un gruppo dell'automobile unico che possa competere con la Volkswagen. La sede sarà in Olanda e all'interno del gruppo vi saranno Fiat, Chrysler, Peugeot e Citroën. Diverse le reazioni del mondo produttivo e politico torinese. 

In testa il presidente dell'Unione Industriale Dario Gallina che si è detto ottimista: "Abbiamo fatto un sondaggio tra le nostre aziende e il 60% ha detto che la fusione avrà effetti positivi quindi ne auspichiamo che siano ricadute positive per il territorio. Alcuni dubbi però ci sono in termini di occupazione e investimenti". 

Immediato l'intervento anche della sindaca di Torino Chiara Appendino che a gennaio incontrerà i responsabili di FCA. In mattinata la prima cittadina ha parlato telefonicamente con il Responsabile delle attività europee di FCA, Pietro Gorlier, ottenendo “garanzie sul mantenimento del piano di investimenti, che prevede 5 miliardi per i siti produttivi presenti in città e nell'area metropolitana del capoluogo piemontese, e sulla tutela dei livelli occupazionali negli stabilimenti cittadini e del torinese". Inoltre Appendino ha ricevuto da Gorlier “conferme e assicurazioni sulla volontà di proseguire nello sviluppo e nella realizzazione di progetti innovativi, in particolare per quanto riguarda l'hub torinese della mobilità elettrica, di grande importanza sia per il sistema economico locale e sia per quello nazionale”. 

Anche Alberto Cirio, presidente della Regione, è intervenuto sul tema: “Ho già avuto modo stamattina di approfondire i contenuti di questo accordo con Pietro Gorlier e chiedere garanzie sugli investimenti in Italia, che sono confermati. Proprio pochi giorni fa a Roma abbiamo siglato con FCA un protocollo su cui la Regione Piemonte investe 1,5 milioni di euro di fondi europei per nuovi progetti di ricerca. Questo è il nostro obiettivo: rendere il Piemonte un punto di riferimento per l’innovazione e sostenere il mondo imprenditoriale affinché possa restare o scegliere di venire nella nostra regione. Vale per grandi realtà come quella che nasce oggi, ma anche per tutto l’universo di Pmi e start up che rappresentano il futuro di un comparto strategico per il Piemonte e per l’Italia come l’automotive”.

"Dobbiamo fare in modo che il Piemonte diventi attrattivo per FCA. Faremo un tavolo di lavoro per studiare un pacchetto Piemonte che sia determinante per tenere FCA sempre presente qua al massimo livello", ha annunciato Andrea Tronzano, assessore al Bilancio della Regione Piemonte. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento