Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aveva trasformato la soffitta di casa in un laboratorio abusivo: ricette false e farmaci dopanti il suo business

In casa trovati 4.000 flaconcini

 

Aveva trasformato la soffitta della propria abitazione in un laboratorio abusivo nel quale produrre farmaci dopanti e contraffatti. Denunciato ad aprile 2021 un uomo italiano di 30anni residente a Piossasco. L'uomo è considerato responsabile della preparazione a scopo commerciale di farmaci a effetto dopante e ritenuti pericolosi per la salute pubblica. 

A scoprirlo sono stati i carabinieri dei Nuclei antisofisticazioni e sanità (Nas) che insieme ai militari della stazione di Piossasco hanno portato avanti le indagini. Tutto ha avuto inizio dalla segnalazione di una farmacia che ha ricevuto una ricetta contraffatta. I militari in breve tempo riescono a risalire al 30enne e scatta la perquisizione domiciliare. 

A casa dell'uomo verrà scoperto un sistema artigianale ma molto ben organizzato per la preparazione di flaconcini e compresse commercializzate ad atleti e persone attive nell’ambiente del body building come prodotti a effetto dopante. Nella soffitta della propria abitazione l’uomo aveva allestito un laboratorio dove venivano contraffatte le ricette e secondo i carabinieri dove venivano preparati i farmaci. 

A casa dell'uomo sono stati trovati quasi 4mila flaconcini da 10 millilitri, l’attrezzatura necessaria per la loro sigillatura ed etichettatura con marchi di case farmaceutiche fittizie.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento