rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022

Tovaglie di stoffa, acqua in brocca e grissini sfusi: come si battono gli sprechi a tavola

Ridurre gli sprechi alimentari e dunque l'impatto che le nostre cattive abitudibi hanno sull'ambiente adottando alcune semplici buone pratiche. È questo l'obiettivo che si è posto il progetto Eco-Ristoranti che è stato presentato questa mattina, giovedì 22 novembre 2018, a Palazzo Cisterna durante il convegno "Ridurre gli sprechi alimentari: ecoristoranti, norme sociali, reti solidali".

Ristoratori in prima fila per adottare azioni ecosostenibili e per diffondere anche alla propria clientela il messaggio positivo e civico. Per cominciare ad avere un impatto positivo sull'ambiente basta poco: usare tovaglie in stoffa, servire grissini sfusi e portare a tavola l'acqua in brocca. Piccole accortezze che riducono l'impatto ambientale dello stare a tavola. 

Come anche il progetto "Doggy bag", ovvero dare al cliente la possibilità di portarsi a casa gli avanzi della cena riducendo così i rifiuti da cibo. Studi effettuati all'estero - Finlandia e Svezia - dimostrano che il 20% del cibo cucinato in un ristorante diventa avanzo. 

Buone pratiche che possono oltrepassare la porta del ristorante e diventare, dove è possibile, norme di comportamento anche all'interno delle mura domestiche.

Video popolari

Tovaglie di stoffa, acqua in brocca e grissini sfusi: come si battono gli sprechi a tavola

TorinoToday è in caricamento