Lunedì, 14 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Droni, Torino fa scuola: le Polizie Locali di Madrid e Beirut in città per imparare a pilotarli

Numerose le possibilità di utilizzo

Torino centro europeo per la formazione delle polizie locali all'utilizzo dei droni in ambito urbano. Nei fatti è quel che passo dopo passo sta prendendo forma in città grazie alle collaborazioni messe in campo dalla Città di Torino in collaborazione con la Drones Unit della Polizia Locale di Torino. 

Gli ultimi a collaborare con la Città sono stati gli agenti della polizia locale di Madrid, i prossimi saranno quelli della polizia nazionale di Beirut. Formazione, confronto e percorsi di crescita su un ambito, quello dell'utilizzo dei droni per garantire la sicurezza pubblica, che nel futuro diventerà sempre più centrale. 

Ieri - giovedì 13 maggio - uno dei primi esempi di utilizzo di un drone con pilotaggio da remoto. Il drone era a Torino, in corso Marche dentro il laboratorio di 'Leonardo', mentre il pilota era a Madrid. Al comando del drone un agente della Polizia Locale di Madrid addestrato dal team della Drones Unit di Torino, utilizzando la tecnologia transoceanica della società Skypersonic (USA) e in collaborazione con Leonardo Spa (area di test indoor). Alle 15 circa il drone ha spiccato il volo e ha sorvolato l'area di test di Leonardo. 

Un passo avanti per le polizie locali di Torino e Madrid, ma anche per tutte quelle che vorranno confrontarsi sul tema. Questa tecnologia infatti può essere utilizzata in svariati contesti. L'esempio di applicazione arriva sempre da Madrid: esplosione di un palazzo in pieno centro, perimetro ancora da mettere in sicurezza, ma necessità impellente di verificare se all'interno della struttura ci sono ancora persone. La polizia locale ha perlustrato l'edificio grazie a un drone pilotato da remoto. Stesso discorso in caso di calamità naturali. 

Non solo però, perché questa tecnologia può essere utilizzata anche in ambito urbano per monitorare eventuali assembramenti, per individuare eventuali infrazioni o per necessità di sicurezza. Il drone riesce a riconoscere targhe e volti, ma sempre tutelando la privacy del cittadino. I droni a oggi infatti sono equiparati alle comuni telecamere di videosorveglianza urbana nel rispetto del GPDR, come la Città di Torino è consuetudine che faccia. 

Si parla di

Video popolari

Droni, Torino fa scuola: le Polizie Locali di Madrid e Beirut in città per imparare a pilotarli

TorinoToday è in caricamento