Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Il DJ torinese da trent'anni dietro la consolle: "Una volta era più facile mettere musica"

Per celebrarlo un album a cui hanno partecipato tantissimi musicisti torinesi

 

Sono passati trent'anni da quando ha cominciato a mettere musica nei locali torinese, tre decadi durante le quali DJ Vale ha visto cambiare Torino e il mondo della musica torinese. Il 12 ottobre festeggerà i suoi primi 30 anni dietro la consolle allo Spazio 211. 

Come è cambiata Torino in questi 30 anni? "Trent'anni fa era più facile c'erano più locali dove si poteva andare e proporre musica, erano locali pensati apposta. Adesso si può mettere musica ovunque e le serate non sempre riescono come dovrebbero riuscire", racconta DJ Vale. 

Per l'occasione esce Groovin’ Connection, il tuo nuovo album, al quale hanno partecipato tantissimi artisti del mondo torinese: "Ho sempre lavorato insieme a musicisti o altri dj, dopo trent'anni di serate ho deciso di fare un album che raccogliesse questa esperienza. Ognuno ha portato il suo stile e la sua impronta musicale", continua DJ Vale. 

La soddisfazione più grande di questi 30 anni? "Io sono andato sempre a moltissimi concerti e dopo tanti anni trovarmi con alcuni di loro a fare un disco è una cosa che mi soddisfa tantissimo". 

Il 12 ottobre allo Spazio 211 si esibiranno con dj Vale alcuni dei musicisti che hanno partecipato alla realizzazione dell’album, tra questi troviamo: Bunna degli Africa Unite, Dj Ciaffo dei Persiana Jones, Paolo Parpaglione dei Bluebeaters, tanto per citarne alcuni. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento