Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il DJ torinese da trent'anni dietro la consolle: "Una volta era più facile mettere musica"

Per celebrarlo un album a cui hanno partecipato tantissimi musicisti torinesi

 

Sono passati trent'anni da quando ha cominciato a mettere musica nei locali torinese, tre decadi durante le quali DJ Vale ha visto cambiare Torino e il mondo della musica torinese. Il 12 ottobre festeggerà i suoi primi 30 anni dietro la consolle allo Spazio 211. 

Come è cambiata Torino in questi 30 anni? "Trent'anni fa era più facile c'erano più locali dove si poteva andare e proporre musica, erano locali pensati apposta. Adesso si può mettere musica ovunque e le serate non sempre riescono come dovrebbero riuscire", racconta DJ Vale. 

Per l'occasione esce Groovin’ Connection, il tuo nuovo album, al quale hanno partecipato tantissimi artisti del mondo torinese: "Ho sempre lavorato insieme a musicisti o altri dj, dopo trent'anni di serate ho deciso di fare un album che raccogliesse questa esperienza. Ognuno ha portato il suo stile e la sua impronta musicale", continua DJ Vale. 

La soddisfazione più grande di questi 30 anni? "Io sono andato sempre a moltissimi concerti e dopo tanti anni trovarmi con alcuni di loro a fare un disco è una cosa che mi soddisfa tantissimo". 

Il 12 ottobre allo Spazio 211 si esibiranno con dj Vale alcuni dei musicisti che hanno partecipato alla realizzazione dell’album, tra questi troviamo: Bunna degli Africa Unite, Dj Ciaffo dei Persiana Jones, Paolo Parpaglione dei Bluebeaters, tanto per citarne alcuni. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento