Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trasformano il circolo culturale in una discarica abusiva: 300 tonnellate di rifiuti e 25 auto abbandonate

Non aveva cessato l'attività durante l'emergenza

 

Avevano trasformato un'area gestita da un circolo culturale di Borgaro Torinese, l'Isola del Pescatore, in una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto. Al suo interno i carabinieri della stazione di Caselle hanno trovato 300 tonnellate di rifiuti speciali e 25 automobili in stato di abbandono. 

Oli esausti, scarti di plastica, di gomma e rifiuti solidi urbani erano stipati all'area aperta sul terreno gestito da un circolo culturale. Inoltre vi erano anche 25 autovetture sprovviste di autorizzazioni. A finire nei guai il presidente e il gestore del circolo che sono stati denunciati per attività di gestione rifiuti non autorizzata e furto continuato di energia elettrica. L'attività veniva infatti alimentata mediante l'allaccio abusivo alla rete elettrica. L’immobile è stato sottoposto a sequestro. 

I due sono stati anche sanzionati per non aver sospeso l’attività del circolo durante l’emergenza Coronavirus. 

Multa a un circolo di Caselle

Nell'ambito di un'altra operazione che nulla ha a che fare con la notizia precedente, sempre i carabinieri della stazione di Caselle hanno sanzionato un altro circolo culturale di Caselle Torinese per non aver sospeso l’attività durante il periodo di emergenza Coronavirus. Il circolo in questione è il Lago dei Cigni. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento