Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cirio promuove la protesta degli studenti: "Vorrei che in piazza ci fossero anche i miei figli" | Video

Poi ha ribadito che si sta lavorando per tornare in presenza

 

"Vorrei che in piazza a manifestare ci fossero anche i miei figli", a dirlo è Alberto Cirio e lo ha fatto in un contesto del tutto insolito e speciale. Il presidente della Regione Piemonte è infatti intervenuto durante la lezione online a distanza che il docente di Anita e Lisa stava tenendo questa mattina. 

Le due ragazzine hanno infatti partecipato alla manifestazione in Piazza Castello che si è tenuta questa mattina, giovedì 23 novembre, e Cirio ha colto l'occasione per fare loro i complimenti: "Mi intrometto durante la vostra lezione per dirvi che avete delle compagne di scuola straordinarie perché sono davanti alla Regione Piemonte a raccontarmi quanto sia importante la scuola in presenza", ha detto Cirio. 

Il presidente ha poi continuato dicendo: "Io sono papà di una bambina di 11 anni che frequenta la prima media in presenza e di un ragazzo di 15 che frequenta il secondo anno del Liceo Classico a distanza. Vivo a casa mia le due situazioni. Stiamo lavorando per permettere alla scuola di tornare in presenza in sicurezza. Ci impegnamo per farlo nel nostro ruolo intervenendo sui trasporti e ricordandoci che la scuola è un diritto e una priorità". 

Poi i ringraziamenti del Governatore della Regione Piemonte a docenti e studenti che stanno affrontando questo momento di difficoltà: "Vorrei che in piazza ci fossero anche i miei figli. Ne sarei orgoglioso. Le soluzioni sono complicate e vanno trovate con equilibrio, ma il fatto che a 11 anni si abbia la voglia di scendere in piazza per difendere un proprio diritto mi da grandi speranze per fare dire che anche questa volta superermo questa crisi". 

Una mossa quella del Presidente Cirio che spiazzerà sicuramente le presidi degli Istituti scolastici Calvino e Gioberti che nei giorni scorsi avevano vietato agli studenti di seguire le lezioni davanti alle scuole e che avevano indicato agli insegnanti di considerarli assenti quando non fossero collegati da casa. Una decisione contestata da studenti e genitori. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento