Diabolik nasce da un omicidio commesso a Torino e rimasto irrisolto: le curiosità sul fumetto

Lo sapevi che Diabolik è nato a Torino da una storia vera? Era il febbraio del 1958, a fine mese, quando le forze dell'ordine trovano in via Fontanesi 20 il corpo senza vita di un uomo. Ucciso con diciotto coltellate. A indirizzarli sulla scena del crimine era stato l'assassino stesso grazie a una serie di lettere dense di giochi di parole. La firma al fondo di ogni missiva era Diabolich. 

Gli inquirenti non riuscirono mai a scoprire a scoprire il colpevole di quel truce omicidio e i giornali italiani e stranieri diedero ampio spazio alla vicenda che divenne talmente nota da spingere due sorelle milanesi, Angela e Luciana Giussani, a creare Diabolik, uno dei fumetti cult della nostra epoca. 

È probabile che l'assassino cominciò a firmarsi Diaboloch, con il ch, perché prese spunto da un romanzo pubblicato nel 1957 dall'editore Boselli di Roma dal titolo "Uccidevano di notte", autore Italo Fasan. A ricordare questa storia, a Torino dopo 60 anni rimane un enorme murales in via Spalato. 

Video popolari

Diabolik nasce da un omicidio commesso a Torino e rimasto irrisolto: le curiosità sul fumetto

TorinoToday è in caricamento