Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Diabolik nasce da un omicidio commesso a Torino e rimasto irrisolto: le curiosità sul fumetto

 

Lo sapevi che Diabolik è nato a Torino da una storia vera? Era il febbraio del 1958, a fine mese, quando le forze dell'ordine trovano in via Fontanesi 20 il corpo senza vita di un uomo. Ucciso con diciotto coltellate. A indirizzarli sulla scena del crimine era stato l'assassino stesso grazie a una serie di lettere dense di giochi di parole. La firma al fondo di ogni missiva era Diabolich. 

Gli inquirenti non riuscirono mai a scoprire a scoprire il colpevole di quel truce omicidio e i giornali italiani e stranieri diedero ampio spazio alla vicenda che divenne talmente nota da spingere due sorelle milanesi, Angela e Luciana Giussani, a creare Diabolik, uno dei fumetti cult della nostra epoca. 

È probabile che l'assassino cominciò a firmarsi Diaboloch, con il ch, perché prese spunto da un romanzo pubblicato nel 1957 dall'editore Boselli di Roma dal titolo "Uccidevano di notte", autore Italo Fasan. A ricordare questa storia, a Torino dopo 60 anni rimane un enorme murales in via Spalato. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento