Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fuochi d’artificio sistemati in 5 depositi clandestini e pericolosi, la scoperta in città

 

Maxi sequestro della Guardia di Finanza di fuochi d'artificio. Complessivamente i baschi verdi hanno sequestrato 250.000 giochi pirotecnici pronti a essere venduti in vista della notte di Capodanno. Fuochi che erano accatastati in depositi clandestini altamente pericolosi. 

Alcuni di questi depositi erano addirittura nei sotterranei di comuni palazzine. Gli stessi ignari residenti non sapevano il rischio che stavano correndo.  

I depositi erano sparsi lungo tutta la città: Lingotto, Falchera, Barriera di Milano e Porta Palazzo. I fuochi d'artificio, la cui provenienza è ancora da accertare, venivano accastati in stanze sotterranee e occultate alla vista. Tutti i giochi pirotecnici erano sprovvisti della prescritta marcatura CE di conformità; tra questi, anche i bengala e le note “fontane luminose” in batteria. 

Alcuni di questi depositi avevano addirittura le uscite di sicurezza bloccate da catene e lucchetti al punto da impedire le vie di fuga in caso di incendio. Nei prossimi giorni i fuochi d'artificio verranno fatti “brillare” dagli artificieri in un’apposita area attrezzata. 

A finire nel mirino otto imprenditori cinesi che ora dovranno rispondere all’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento