Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo sfogo della consigliera grillina contro la sindaca: "Il Movimento 5 Stelle di Governo non sa cosa sia la coerenza"

L'intervento in Sala Rossa durante il dibattito sul neo assessore all'urbanistica

 

Gli animi sono ancora caldi. Dopo le turbolenze che a luglio c'erano state tra la sindaca Appendino e parte della sua maggioranza, oggi - lunedì 9 settembre - in Sala Rossa sono tornate a esserci alcune tensioni. La più dura nei confronti del Movimento 5 Stelle e della sindaca è stata la consigliera Daniela Albano che ha contestato la decisione della neo ministra Paola Pisano di non rimettere le deleghe un attimo dopo al giuramento del Governo

La sindaca stessa oggi in aula ha ribadito che le dimissioni arriveranno, ma nell'arco di due settimane. Stessa cosa che aveva detto nei giorni scorsi. Tempistica che per Albano non è accettabile: "Auspico che vengano revocate al più presto le deleghe alla Pisano prima di tutto per una questione di coerenza perché un doppio incarico anche solo per un giorno rimane comunque un doppio incarico. Capisco però che la coerenza per il Movimento 5 Stelle di Governo è una parola ormai inutile. E poi per il rispetto del consiglio comunale perché la ministra sarà molto occupata a Roma e penso non abbia più molto tempo da dedicare al consiglio comunale". 

La Albano ha poi anche ribadito di non aver condiviso quella che ha definito la cacciata di Montanari: "Non ho mai nascosto che non abbia condiviso la cacciata su due piedi della sindaca e che non abbia ancora compreso le motivazioni reali di questa cacciata". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento