rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022

Arrestata la portavoce No Tav, dovrà scontare una pena di due anni in carcere

Momenti di tensione tra militanti e polizia

È stata arrestata questa mattina, giovedì 17 settembre 2020, Dana Lauriola, la portavoce 38enne del Movimento No Tav. La donna è stata prelevata dalla sua abitazione di Bussoleno. Sul posto c'erano anche alcuni militanti No Tav che nei giorni scorsi avevano dato vita a un presidio permanente. Nelle immagini video pubblicate sulla pagina facebook notav.info si vede il momento in cui Dana Lauriola lascia la propria abitazione e saluta i militanti No Tav. 

La donna è stata arrestata su decisione del tribunale di Torino che ha respinto la richiesta di misure cautelari dopo che è stata condannata in via definitiva a due anni di carcere in seguito a un episodio avvenuto il 3 marzo del 2012. All'epoca 300 persone bloccarono il casello autostradale della Torino-Bardonecchia all'altezza di Avigliana e permisero alle vetture di passare senza pagare il pedaggio. Subito dopo l'arresto della donna si sono registrate alcune tensioni tra forze dell'ordine e i militanti No Tav, circa una quarantina. L'episodio è comunque durato pochi secondi.

Sempre in mattinata i carabinieri della compagnia di Susa hanno notificato a Stefano Milanesi, 63enne militante No Tav ed ex attivista di Prima Linea, gli arresti domiciliari per cinque mesi per un episodio risalente al 2015 al cantiere di Chiomonte.

I No Tav hanno convocato per questa sera alle 20:30 a Bussoleno, in Piazza della Chiesa, una fiaccolata di solidarietà per i due arrestati.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Arrestata la portavoce No Tav, dovrà scontare una pena di due anni in carcere

TorinoToday è in caricamento