rotate-mobile

Covid, i vegani chiedono l'obiezione di coscienza: "No a un vaccino testato sugli animali"

Usano solo farmaci generici

"Noi non siamo no vax, siamo vegani e in quanto tali chiediamo che sul vaccino anti covid venga riconosciuta la nostra posizione di obiettori di coscienza", a dirlo è Antonino Curcio, presidente dell'associazione vegani internazionale, che questa mattina, martedì 8 febbraio, è stato in presidio davanti al palazzo della Regione Piemonte. 

"Noi chiediamo lo stato di obiezione di coscienza perché siamo contro alla vivisezione per cui rifiutiamo tutti i farmaci e i vaccini testati sugli animali", spiega Curcio che poi aggiunge, "sappiamo che il vaccino contro il covid è stato testato sugli animali per cui lo rifiutiamo assolutamente". 

"Chiediamo che facciano un vaccino non testato e in quel caso lo faremmo volentieri. Utilizziamo farmaci generici non testati sugli animali. Non siamo no vax, non facciamo il vaccino perché per ogni vaccino muoiono un tot di animali", conclude Curcio. 

Video popolari

Covid, i vegani chiedono l'obiezione di coscienza: "No a un vaccino testato sugli animali"

TorinoToday è in caricamento