Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, sei film ambientati a Torino da guardare per combattere la noia da quarantena

Da "Bianco, rosso e verdone" fino "Al bar dello sport"

 

Torino è da sempre una delle città italiane del cinema e allora quale modo migliore per ingannare il tempo in questi giorni di quarantena se non rivedendo alcuni classici della cinematografia italiana ambientati a Torino? Tra i tanti ne abbiamo selezionati sei dai quali potete cominciare. 

È da Torino che il logorroico Furio di 'Bianco, rosso e verdone' parte con la moglie Magda e i figli per andare a Roma. Parte invece dalla Sicilia per giungere a Torino, il protagonista di 'Mimì metallurgico ferito nell'onore', un manovale catanese che al nord cercherà fortuna, ma subito troverà la nebbia. 

Fortuna che bacia i due protagonisti de 'Al bar dello sport', commedia del 1983, ambientata sotto la Mole, ma anche in cima ad essa. Dentro la Mole Antonelliana è ambientato anche il più recente film di Davide Ferrario, 'Dopo mezzanotte'. Ferrario racconta Torino anche in 'Tutti giù per terra', film tratto dal celebre romanzo di Giuseppe Culicchia, ma questa volta ci si sposta in zona sud. 

Infine un grande classico che non tutti ricorderanno iniziare a Torino, 'Profumo di donna', quello di Dino Risi con Vittorio Gasmann. Delizioso l'accento piemontese tipico di altri tempi. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento