Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, dentro il nuovo centro di ricerca regionale: "La Regione è preparata per affrontare l'autunno"

Il centro di ricerca esaminerà anche 1.000 tamponi al giorno

 

Inaugurato questa mattina, mercoledì 2 settembre, il nuovo centro regionale di biologia molecolare di ARPA Piemonte. La struttura, che si trova a La Loggia, esaminerà circa 1.000 tamponi al giorno che si sommeranno agli altri che potranno essere effettuati dagli altri laboratori piemontesi arrivando a un potenziale di 13.000 tamponi al giorno. 

Non solo però, perché il centro regionale avrà il compito di aprire una nuova frontiera per il contrasto del coronavirus, l'indagine ambientale. Questo avverrà grazie a un laboratorio di ultima generazione che permetterà lo sviluppo di tecniche analitiche all'avanguardia per il monitoraggio di virus anche in campioni ambientali. 

"Oggi abbiamo un laboratorio con personale altamente specializzato pronto a gestire la fase autunnale. I numeri sono cambiati, oggi ci sono tanti giovani e asintomatici. È necessario spezzare la catena di contagio. Questa è un'eccellenza che ci permette di fare analisi nell'acqua, nei fiumi, all'interno degli ospedali", spiega Matteo Marnati, assessore all'ambiente della Regione Piemonte. 

"A febbraio eravamo impreparati perché nessuno conosceva questo virus, oggi posso dire che il Piemonte può rassicurare i piemontesi", ha concluso Marnati. All'interno della struttura lavoreranno 15 tecnici. 

"L'inaugurazione del Centro di Biologia Molecolare rientra tra i progetti che hanno beneficiato della donazione di 100 milioni di euro che Intesa Sanpaolo ha destinato alla sanità italiana. Oggi vediamo i risultati di quell'intervento tempestivo. In Piemonte sono state individuate tre destinazioni. Oltre a questo, l’Istituto di Candiolo IRCCS per la realizzazione di un laboratorio per diagnostica e screening Covid-19 e l’Asl Torino 4 per l’acquisto di apparecchiature (tra cui una centrale di monitoraggio, 8 monitor di terapia intensiva, una TAC e 11 apparecchi di anestesia) destinate alle strutture di rianimazione dei presidi ospedalieri di Ivrea, Chivasso, Ciriè", ha dichiarato Michele Coppola responsabile Arte Cultura e Beni Storici Intesa Sanpaolo, intervenuto in rappresentanza del Consigliere Delegato e Ceo Carlo Messina all'inaugurazione del Centro di Biologia Molecolare de La Loggia.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento