Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Beni confiscati per un milione e mezzo alla coppia di 'nullatenenti': case, box auto, società e conti correnti

Accumulati in modo illecito

 

Ventinove immobili tra appartamenti, box auto e simili; una società che commercializzava software e servizi informativi; due società operative nel settore del commercio di vini e prodotti alimentari; conti correnti e fondi azionari. Beni che avevano un valore complessivo di un milione e mezzo di euro e che sono stati confiscati dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Torino su proposta del questore Giuseppe De Matteis in quanto sarebbero stati accumulati mediante attività illegali. 

A finire nel mirino degli investigatori una coppia: un albanese, già pregiudicato per furto e per reati in materia di stupefacenti e armi, e un'italiana con precedenti per truffe. I beni erano già stati sequestrati all'uomo dopo le indagini svolte nei mesi di maggio e ottobre del 2019 dalla divisione anticrimine della questura di Torino. La coppia risultava nullatenente, ma aveva accumulato tutto quel patrimonio.

I militari durante le indagini hanno rinvenuto in cinque magazzini riconducibili alle società confiscate vini e alcolici e il materiale necessario per la contraffazione delle date di scadenza dei prodotti alimentari. Infine all'interno di un locale interrato del centro di Torino è stata trovata una vera e propria serra sotterranea, in fase di allestimento, per la coltivazione di marijuana. Le attrezzature, del valore di 50mila euro, sono state sequestrate e affidate a un ente pubblico di ricerca che le utilizzerà per i propri fini istituzionali.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento