Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Omicidio Maurizio Gugliotta, lo strazio della moglie: "Dodici anni ed è fuori. Noi rimarremo da soli per una vita"

 

"Dodicianni ed è fuori. Noi rimarremo una vita da soli, non dodici anni. È una vergogna. Noi non ci aspettavamo chissà cosa, ma neppure dodici anni. Questa non è giustizia. Non possiamo farcela" - è straziata Carmela Caruso, la moglie di Maurizio Gugliotta, al termine del processo che ha portato alla condanna dell'assassino di suo marito. 

L'uomo, il 15 ottobre del 2017 venne ucciso con una coltellata al mercato del libero scambo di via Carcano da Khalid De Greata. Il 28enne nigeriano oggi è stato condannato a 12 anni di carcere. Una sentenza che per i familiari della vittima non è abbastanza severa. 

Lunedì scorso - 18 marzo - a Settimo Torinese 200 persone sono sfilate per chiedere giustizia. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento