Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un concerto per i pazienti del reparto di terapia intensiva: "Sosteniamo lo spirito e il sistema immunitario"

L'iniziativa è stata realizzata dal Festival dell'Alta Felicità

 

Un concerto in diretta per il reparto di anestesia e rianimazione dell'ospedale di Rivoli. Un'idea del primario del reparto, il dottor Michele Grio, e dai componenti della band The Uppertones, diretta da Mr. T-Bone. L'iniziativa è stata trasmessa dalla pagina facebook del Festival dell'Alta Felicità. 

Un'iniziativa utile anche a raccogliere fondi a favore dell'ASL TO3. "In quest'emergenza abbiamo scelto di esserci fino in fondo, ognuno con i mezzi a sua disposizione, ognuno secondo le sue possibilità. Da qui nasce l'idea di portare nell'Acquario, il reparto di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale di Rivoli, un po' di calore, un saluto e ci auguriamo tanta voglia di ritornare a vivere. Contro il Covid-19, per una sanità migliore, pubblica, per ripartire insieme in una valle che guardi alle priorità e alle opere veramente utili”, scrivono gli organizzatori del Festival dell'Alta Felicità.

“Questo video-concerto è il miglior modo di sostenere lo spirito ed il sistema immunitario dei pazienti ricoverati in seguito a complicanze respiratorie, conseguenti all’infezione da Coronavirus e dei professionisti della salute che li accudiscono da settimane, presso la Rianimazione dell’Ospedale di Rivoli”, commenta il dottor Grio. 

Per chi volesse donare il conto corrente a cui possono essere effettuate le donazioni è:
IBAN: IT69Q0306930870100000309310
Codice SWIFT: BCITITMM
Intestato alla ASL TO3, indicando nella causale "Donazione Covid-19 - Alta Felicità" seguito da cognome, nome, codice fiscale del donatore.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento