Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aperto il primo co-housing per gay, lesbiche e transessuali discriminati in famiglia

 

Un co-housing sociale per accogliere cittadini e cittadine lesbiche, gay, bisessuali e transessuali in gravi difficoltà. Si chiama To Housing ed è un progetto realizzato dall'associazione Quore con il supporto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, della Regione Piemotne, del Consiglio regionale del Piemonte, della Città di Torino e di ATC (Agenzia Terrirotiale per la Casa). 

In totale le persone che potranno essere accolte saranno 24 in 5 appartamenti di proprietà di ATC. Potranno accedere al co-housing giovani tra i 18 e 26 anni allontanati dalla famigliadi origine a causa del proprio orientamento sessuale; migranti e rifugiati omosessuali, anziani LGBT in condizioni di solitudine o povertà, transessuali o transgender. 

La permanenza all'interno del co-housing potrà essere massimo di 10 mesi durante i quali porteranno avanti un percorso di autonomia personale. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento