Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una raccolta fondi per ridare un volto a Chicco, il cucciolo senza musetto

Sarà sottoposto a un'operazione chirurgica

 

È stato mutilato in modo orribile. A soli nove mesi Chicco deve già affrontare la più grossa sfida della sua vita: sottoporsi a una delicata operazione chirurgica per la ricostruzione di parte del musetto. Il cagnolino, molto probabilmente - sostiene chi lo ha trovato - uno scarto di una cucciolata appartenente a cacciatori, è arrivato a Torino domenica 14 marzo marzo e il 7 aprile 2021 verrà operato presso la Clinica Veterinaria Universitaria di Grugliasco. 

A occuparsi di lui e di tutto quello che concerne stallo, cura e degenza è l'associazione torinese “Dog’s Emergency” che, operando in tandem con l’associazione siciliana “Felici nella Coda”, ha aperto una sottoscrizione online sul sito Gofund.me per sostenere i costi necessari al trasferimento del cane e all'intervento. 

La storia di Chicco ricorda da vicino quella di “Nina, il cane senza volto” che poco più di un anno fa, poco prima dell’insorgere dell’emergenza Covid-19, venne operata a Torino grazie al ponte solidale tra le due realtà. La causa della menomazione del cucciolo è sconosciuta e potrebbe essere dovuta tanto alla mano dell’uomo quanto a uno dei tanti incidenti che occorrono ai randagi nelle campagne dell’isola. I volontari siciliani lo hanno subito raccolto prestandogli le prime cure ma la mutilazione del volto impedisce al cane di masticare, costringendolo a un’alimentazione liquida. Per questo motivo e per cercare di dare una casa a Chicco è stata riattivata la macchina della solidarietà che già una volta ha permesso di salvare Nina. 

L’associazione torinese Dog’s Emergency, presieduta da Graziella Porro, ha subito lanciato una campagna di fundraising su Gofund.me che in pochissimo tempo ha già consentito di raccogliere una cifra considerevole. Una volta messi insieme i fondi necessari il cucciolo verrà trasportato a Torino e verrà preso in carico dall’équipe del professor Paolo Buracco che eseguirà, presso la Clinica Veterinaria Universitaria, un delicato intervento di ricostruzione del muso. 

Per donare
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento