rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022

Appendino sulla scorta: "Un sindaco è in trincea e con i violenti non ci può essere alcun dialogo"

È la stessa Chiara Appendino ha scattare la fotografia che rende bene l'idea del suo 2019. La sindaca è in trincea e impegnata su più fronti, ma nonostante ciò si dice serena e pronta a continuare con ancora più dedizione. Mentre fuori dal palazzo la protesta degli anarchici contro lei e la sua Giunta impazza, la prima cittadini condanna fermamente le violenze di questi ultimi giorni. Violenze che hanno messo a ferro e fuoco la città.

"Il Comune ha il dovere di ascoltare tutti, ma non è accettabile, perché non fa parte dei valori di una comunità, manifestare utilizzando la violenza. Su questo non c'è dialogo che tenga. Chi è violento e distrugge gli autobus non è portatore di alcun messaggio positivo. Diverso è dialogare con le altre parti della città" - ha dichiarato Chiara Appendino, la sindaca di Torino. 

E sulla scorta che le è stata assegnata dice: "Quando hai un ruolo importante come quello del sindaco che è in trincea capita che ti trovi in una situazione di questo tipo. Spero non duri tantissimo perché cambia le tue abitudini anche nella vita privata, ma sono tranquilla e serena. Porto avanti il mio lavoro con ancor più dedizione".

Video popolari

Appendino sulla scorta: "Un sindaco è in trincea e con i violenti non ci può essere alcun dialogo"

TorinoToday è in caricamento