Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Torino, Appendino sugli insulti di Cairo: "Non mi ha chiamata, ma ho letto che chiede scusa"

Sul Robaldo: "Andremo avanti con le procedure tecniche"

Chiara Appendino e Urbano Cairo, il presidente del Torino FC, non si sono sentiti direttamente. Le scuse del patron granata sono dunque sì arrivate, ma solamente a mezzo stampa. La fatidica telefonata non è ancora arrivata. A confermarlo oggi è la stessa sindaca di Torino. 

L'incidente verbale tra i due è arrivato nei giorni scorsi quando alcuni tifosi hanno pubblicato sui social un video che ritrae Cairo rivolgere più volte nei confronti della sindaca parole poco carine. 

"Non ci siamo sentiti personalmente, ma ho letto le agenzie di stampa. Per quanto ci riguarda andremo avanti sulle procedure tecniche per un progetto nel quale abbiamo creduto fin dall'inizio", spiega la sindaca parlando del progetto Robaldo, "Le questioni tecniche devono essere discusse in sede tecnica". 

"Certo che ho accettato le scuse di Cairo, ci mancherebbe però voglio ribadire l'impegno della Città sin dal 2016 per fare in modo che il progetto potesse andare avanti. Non commento gli insulti, non mi interessano. Il mio auspicio da sindaca è che il Torino possa rimanere in Serie A perché è un patrimonio della nostra città", ha concluso Appendino. 

Si parla di

Video popolari

Torino, Appendino sugli insulti di Cairo: "Non mi ha chiamata, ma ho letto che chiede scusa"

TorinoToday è in caricamento