rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021

Traballa il posto di lavoro di 4.200 insegnanti piemontesi: rischio licenziamento dall'oggi al domani

Si tratta di quelli immessi in ruolo con riserva

In Piemonte ci sono 4.200 insegnanti che dall'oggi al domani potrebbero perdere il posto di lavoro. Docenti che sono stati immessi in ruolo con riserva e che potrebbero essere tra coloro che subiranno in modo maggiore l'attuale crisi di Governo: "Siamo qua per chiedere al Governo caduto e, quindi a quello nuovo, di prorogare il decreto salva-precari e di garantire agli insegnati immessi in ruolo con riserva di garantire la continuità didattica almeno fino al 30 di giuno". 

A parlare è Tiziana Todino della CUB Scuola, una delle 4.200 insegnanti che rischia di perdere la cattedra dall'oggi al domani. "Il decreto salva-precari permetteva di terminare l'anno scolastico. L'inizio dell'anno è a breve. Chiediamo al nuovo esecutivo di non mettere una pezza e di prendersi cura del problema, ma non con una pezzetta che poi va a rimandare a decisioni future. Devono trovare una soluzione". Si tratta di insegnanti assunti a tempo indeterminato sulla base di un ricorso in attesa del pronunciamento di merito della magistratura.

"In Piemonte ci sono 3.500 docenti che situano nelle graduatorie ad esaurimento e 700 ruoli cautelari. Sono un numero ingente di persone che contribuiscono all'andamento della scuola pubblica. Se il Governo non vara la clausola che prevede che le persone possano terminare l'anno scolastico sicuramente sarà un delirio" - aggiunge Giulia Bertelli della CUB Scuola. 

"Per le famiglie è un disagio enorme perché loro continuano a cambiare insegnante ogni anno. Garantirgli la proroga al 30 giugno significa che almeno per un anno sono tranquilli e che la loro maestra partirà con loro il 30 settembre e finirà a giugno facendo un percorso di insegnamento e istruzione. Togliergliela prima vuol dire creare un grosso disagio perché la scuola rimarrebbe senza insegnanti" - conclude Tiziana Todino. 

Video popolari

Traballa il posto di lavoro di 4.200 insegnanti piemontesi: rischio licenziamento dall'oggi al domani

TorinoToday è in caricamento