rotate-mobile

Cassa integrazione, entro il 21 giugno tutti gli aventi diritto riceveranno il pagamento. Incognita luglio e agosto

Cirio dopo un incontro con i vertici Inps

"Le garanzie ci sono perché tutti i lavoratori che hanno diritto alla cassa integrazione in deroga la ricevano entro il 21 giugno", a dirlo è Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, al termine dell'incontro con Emanuela Zambataro, direttore regionale dell'INPS. L'incontro ha avuto luogo questa mattina, venerdì 5 giugno 2020, presso la sede centrale dell'INPS in via Arcivescovado a Torino. 

I piemontesi che ne avranno diritto quindi riceverano le mensilità di marzo e aprile. A oggi i piemontesi che hanno ricevuto il pagamento sono 76.000 che corrispondono al 55% degli aventi diritto. Cirio ha specificato che la Regione Piemonte ha trasmesso il 97,5% delle pratiche ricevute di richiesta di cassa in deroga all'INPS. 

"Dovevamo certificare il fatto che le procedure nate a Roma in modo sbagliato poi danno effetti negativi sui territori. Il Governo aveva previsto di pagare la cassa in deroga attraverso un meccanismo che duplicava i passaggi tra Regione e Inps, era un errore a monte, noi come governatori abbiamo raggiunto il risultato di farlo togliere e la situazione così si è liberata. Non è accettabile che in un paese normale chi deve ricevere la cassa di marzo non l’abbia ancora a giugno", ha concluso Alberto Cirio.

"È ancora da risolvere il tema dei mesi di luglio e agosto che diventano particolarmente delicati perché a oggi sostanzialmente sono scoperti dal decreto del Governo", ha aggiunto Elena Chiorino, assessora al Lavoro della Regione Piemonte.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Cassa integrazione, entro il 21 giugno tutti gli aventi diritto riceveranno il pagamento. Incognita luglio e agosto

TorinoToday è in caricamento