Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ruspe al campo rom di corso Tazzoli: dopo 13 anni è stato sgomberato

 

Dopo 13 anni il campo nomadi di corso Tazzoli è stato sgomberato e smantellato. Il tutto è avvenuto questa mattina a partire dalle 6.30 quando sono iniziate le operazioni di messa in sicurezza dell'area. Tutte le famiglie nomadi hanno lasciato l'insediamento e una ventina di persone sono state trasportate in una palestra e un altro sito al coperto in via Onorato Vigliani che sono stati predisposti dalla Città e che saranno gestiti dalla Croce Rossa, per almeno una settimana. 

Lo sgombero si è reso necessario dopo l'incendio del 27 maggio scorso durante il quale sono andate a fuoco 17 baracche sulle 50/60 presenti e Amiat ha portato via 35 bombole di gas propano liquido, che avrebbero potuto causare danni maggiori. Durante la seduta del consiglio Comunale di ieri l’assessora a Stranieri e Nomadi, Sonia Schellino, ha spiegato che – sulla base di un verbale dei Vigili del Fuoco e di un resoconto degli Uffici tecnici della Città – la situazione è stata ritenuta pericolosa e che quindi le persone dovevano essere spostate. 

Per la Sindaca, Chiara Appendino "Si è trattata di un’operazione indispensabile a garantire la sicurezza di coloro che vivevano nel campo e quella della popolazione residente nella zona. E’ un intervento che è stato condotto con grande professionalità, attenzione e rispetto delle persone, in particolare modo di quelle con fragilità, alle quali è stata ed è garantita tutta l’assistenza necessaria".
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento