Per mesi e mesi versa ansiolitici nel caffè della collega: il racconto della vittima

Aveva paura di perdere il posto di lavoro

 

Aveva paura di perdere il proprio posto di lavoro, sarebbe questa la motivazione che è alla base del folle gesto di una donna di Bra (Cn) che per svariato tempo, ogni giorno, ha versato ansiolitici nel caffè di una collega. A raccontare la vicenda è la vittima stessa del fatto e lo ha fatto ai microfoni della trasmissione televisiva Pomeriggio Cinque. 

La donna, che lavorava per un'assicurazione, è stata vittima di una collega che era addetta alla pausa caffè e ogni giorni si recava al bar per prelevare caffè, cappuccini, acqua e altro per tutte le colleghe. Una volta uscita dal bar aggiungeva gocce di ansiolitico nella consumazione della collega che aveva individuato come rivale. 

L'assicurazione infatti aveva paventato la possibilità di effettuare una riduzione del personale. La donna aveva dunque individuato la collega da sabotare e ha messo in atto il suo piano. Il 6 ottobre 2017 però la vittima subisce un incidente in automobile dovuto agli ansiolitici assunti inconsapevolmente. Da lì la scoperta grazie ad alcune analisi tossicologiche da cui sono poi partite le indagini dei carabinieri. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento