Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assembramento davanti al bar e tensione con i carabinieri a Borgaro Torinese: militari aggrediti dai clienti

Denunciata la madre della gestrice dell'esercizio commerciale

 

Momenti di tensione la sera di domenica 20 dicembre 2020 a Borgaro Torinese, quando due carabinieri della stazione di Caselle Torinese sono intervenuti davanti al bar della bocciofila di via Volpiano, di proprietà del Comune ma in gestione a privati, per verificare ed eventualmente multare per un assembramento. Tutto è avvenuto dopo le 18. La madre della gestrice del locale, secondo la ricostruzione, sarebbe intervenuta in soccorso dei clienti e da qui è poi nato il parapiglia. 

A difesa della donna, che ripetutamente ha chiesto di essere ammanettata e di effettuare le riprese video dei momenti concitati, sono intervenuti alcuni uomini. I carabinieri valuteranno ogni singola posizione in base al video che è stato effettuato dagli stessi clienti del bar e che è stato pubblicato sui social network. 

La madre della gestrice del bar, dopo momenti di estrema tensione, è stata portata in caserma a Caselle Torinese per evitare che la situazione si infiammasse ulteriormente. Al momento lei risulta essere l'unica denunciata. L'accusa nei suoi confronti è di resistenza, oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale. La donna ha potuto lasciare la caserma dopo la denuncia.

Ieri, lunedì 21, il bar è stato chiuso per cinque giorni in quanto i clienti sono stati trovati senza mascherina e l'esercizio era aperto dopo le 18, in palese violazione delle norme contro la diffusione del coronavirus.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento